Tricorder medici

In situazioni di emergenza, sia a bordo della nave che sulla superficie di mondi alieni, la vita del personale della Flotta Stellare dipende spesso da un piccolo dispositivo ad alta tecnologia, il tricorder medico.

La struttura di base del tricorder medico Ŕ un tricorder standard, un dispositivo multifunzionale portatile in grado di agire come un computer, di eseguire scansioni e di immagazzinare dati. le informazioni raccolte vengono analizzate dal computer interno; i risultati vengono visualizzati sul display incorporato.
Le differenze tra un tricorder medico e il modello standard sono date essenzialmente dai sensori dedicati all'individuazione di segni vitali, dal computer per analisi mediche e dalle librerie specifiche. Oltre ai sensori di base, il tricorder medico Ŕ dotato di uno scanner separabile a corto raggio che raccoglie e invia letture ad alta risoluzione.
Negli ultimi 150 anni i tricorder sono stati continuamente riprogettati seguendo le innovazioni tecnologiche. Tuttavia, la precedente descrizione generale rimane valida sia per i nuovi che per i vecchi modelli. Proprio come le necessitÓ fondamentali delle navi stellari di classe Constitution sono state le linee guida anche nella progettazione della pi¨ moderna classe Galaxy, lo scopo e le funzioni dei tricorder medici sono cambiati ben poco fra il XXIII e il XXIV secolo.

Il dispositivo periferico medico

Anche se le dimensioni e il peso del tricorder sono andati via via diminuendo nel corso degli anni, il tricorder medico attuale Ŕ il primo modello che pu˛ essere richiuso su se stesso per mezzo di due cardini. Il dispositivo periferico medico, un dispositivo per la scansione e l'analisi dei dati applicabile al tricorder, ospita uno scanner estraibile in grado di effettuare rilevamenti estremamente precisi. Il modello originale, di colore nero e forma rettangolare, veniva portato a tracolla; il modello attuale ha una lunghezza complessiva di appena 15 centimetri. In tutti i tricorder medici, attuali e del passato, i sensori esaminano gli oggetti contro cui vengono diretti e producono informazioni sullo stato generale dei corpi, incluse le condizioni elettromagnetiche, le funzioni degli organi e la presenza di organismi pericolosi. Tanto pi¨ potenti sono i sensori, tanto pi¨ dettagliate sono le informazioni che sono in grado di fornire. Il modello dei XXIII secolo disponeva solo di alcuni sensori posizionati sull'estremitÓ del tricorder. Il tricorder medico dei XXIV secolo coordina 86 differenti dispositivi elettromagnetici installati all'interno, sui lati esterni e sulla parte superiore.
Sui vecchi modelli, le regolazioni venivano effettuate con piccole manopole poste sulla parte frontale dell'unitÓ, sostituite in seguito da pulsanti sensibili al tocco delle dita. Le unitÓ attualmente utilizzate sono in grado di rispondere anche a comandi vocali.

Immagazzinamento

Un ulteriore vantaggio della tecnologia moderna Ŕ rappresentato dall'accresciuta capacitÓ di recuperare e immagazzinare i dati. I modelli antiquati potevano integrare solamente otto dischi riscrivibili da inserire sul lato superiore dell'unitÓ; dei led luminosi indicavano a quale disco si stava accedendo. I moderni tricorder medici, invece, sono muniti di 14 piastre di cristallo di carbonitrium nickel, tre chip isolineari ottici e un chip intercambiabile di librerie. In pratica, un tricorder medico contiene i dati medici completi degli umani e di numerose specie umanoidi, e informazioni su 217 specie non umanoidi che possiedono un DNA.

Comunicazioni

Una delle rnigliorie pi¨ significative apportata ai tricorder medici Ŕ stata l'installazione della comunicazione in multi tasking. Il moderno tricorder medico e il comunicatore hanno molto in comune; entrambi sono alimentati da cristalli al sarium krellide e possono trasmettere dati da e per i computer di bordo, a patto che la nave sia nel raggio di comunicazione. Il tricorder medico ha inoltre pieno accesso ai computer medici di bordo, perfino durante le missioni di ricognizione. Infine, a bordo della nave, il tricorder medico pu˛ anche collegarsi con i computer di altre sezioni.
L'accesso rapido e semplificato ai computer di bordo ha profondamente modificato il metodo di utilizzo dei tricorder. I medici del passato si affidavano al tricorder solo se impossibilitati a utilizzare le attrezzature dell'infermeria. Nel XXIV secolo, invece, i dottori considerano il tricorder medico uno strumento essenziale. Prima e ultima linea di difesa, salva ogni giorno vite di ufficiali della Flotta Stellare.

Scanner manuale

A volte, occorre aumentare la potenza dei tricorder medici con l'ausilio dello scanner manuale, un dispositivo non pi¨ grande di una saliera. Questo tipo di scanner a corto raggio permette di rilevare letture molto pi¨ accurate di quelle effettuate dai sensori ad ampio raggio del tricorder medico. I vecchi scanner manuali dalla caratteristica forma tubolare raccoglievano i dati per mezzo di sensori protetti da un piccolo schermo reticolare a un'estremitÓ. I risultati venivano poi visualizzati all'altro capo del dispositivo per mezzo di led luminosi, una versione pi¨ piccola di quelli dei lettini diagnostici.
Le informazioni raccolte dallo scanner manuale moderno, e dagli 86 dispositivi ad alta risoluzione incorporati, vengono automaticamente inviate al tricorder medico e immediatamente integrate con i risultati raccolti in precedenza. Grazie a questa ricerca incrociata, l'analisi si rivela molto pi¨ accurata, un vantaggio sia per il dottore che per il paziente.

Tre apparecchi in uno

  • Uno degli adattamenti aggiuntivi per l'utilizzo medico Ŕ un sensore estraibile ad alta risoluzione incastrato a un'estremitÓ del dispositivo periferico medico, che consente l'analisi del paziente.

  • Il dispositivo periferico medico (MP - Medical Peripheral) misura 8,5 x 3,0 x 3,0 cm e opera con l'interfaccia standard per accedere alle normali funzioni e a quelle mediche aggiuntive. L'alimentazione permette 18 ore di funzionamento.

  • La parte principale del dispositivo Ŕ un tricorder standard. Scansioni tomografiche e micrografiche sono incluse nelle impostazioni standard.

Inizio pagina